Dicono che quando si cucina si debba farlo pensando a qualcuno, altrimenti si sta solo preparando da mangiare. Io, più semplicemente, penso che la maggior parte di quel che cuciniamo sia legato ad un ricordo. In questo caso il mio risale indietro al febbraio dell’anno 2012. Tramite il liceo avevo partecipato ad uno scambio interculturale con un liceo americano. Anzi, niente popò di meno che con un liceo della California. Niente popò di meno che di San Francisco. Una città, quella, che ti sembra possibile solo nelle cartoline e nei fotogrammi di un film. E questo mio ricordo si annida proprio nella prima sera in cui arrivai là, dopo un viaggio di dieci (se non più) ore. Arrivai e la famiglia che li ospitava mi portò con sé a fare la spesa per la cena: verdura per una paella vegetariana e, come dessert, un’apple pie già pronta. Lo so, lo so: i dolci già pronti non sono paragonabili a quelli fatti in casa, ma per me quella torta aveva tutto un valore simbolico.

Quella torta sapeva di America e sapeva di benvenuto. E il profumo di cannella, che si sprigionò al taglio della prima fetta, sigillò per sempre questo ricordo.

Quindi spero che questa torta porti un po’ di America sulle vostre tavole, nonché un po’ di senso della condivisione, un po’ di quel senso di magia che accompagna la conoscenza di persone e posti nuovi, e, infine, un po’ di amore per gli altri.

INGREDIENTI PER UNA TEGLIA* DI 24 CM DI DIAMETRO:

  • 100 gr di farina integrale
  • 240 gr di farina di grano tenero macinata a pietra
  • 60 gr di farina 00
  • 80 gr di zucchero di canna
  • 150 ml di acqua fredda
  • un pizzico di sale
  • 100 ml di olio di semi di girasole o 125 gr di burro di soia
  • 3 mele medie (io ho usato due mele Granny Smith e una mela Gala) (N.B se volete un apple pie ancora più “prosperosa” allora aggiungete un’altra mela Gala)
  • 20 gr di zucchero di canna
  • 20 gr di farina di grano tenero macinata a pietra
  • cannella abbondante (io ho usato circa 10 gr, ma se per voi dovesse essere troppo forte provate pure con meno)
  • 80-100 gr di uvetta
  • succo di limone q.b

* Perchè il risultato finale rispecchi appieno l’estetica della classica apple pie si dovrebbe usare la teglia apposita per pies, quelle con i bordi leggermente svasati, che si possono trovare in tanti materiali (ceramica, terracotta o vetro). Chiaramente, se non l’avete a disposizione utilizzate una regolare teglia per crostate: a livello visivo non sarà esattamente la stessa cosa, ma il sapore decisamente sì!

Iniziate preparando pasta brisèe. In una larga ciotola aggiungete le farine, lo zucchero e un pizzico di sale. Incorporate poi l’acqua e l’olio (N.B se invece avete scelto di usare il burro prima tagliatelo a cubetti e aggiungetelo al composto secco, lavorate il tutto con le mani e solo dopo aggiungete poco alla volta l’acqua sino a quando l’impasto vi risulterà abbastanza omogeneo e sodo da formare un panetto). Quando vedete che l’impasto inizia ad assemblarsi lavoratelo con le mani fino ad ottenere un panetto omogeneo. Dividete il panetto in due parti uguali e mettetelo a riposare in freezer per 10-15 minuti o in frigorifero per una mezz’ora.

Nel frattempo preparate il ripieno della crostata. Lavate per bene le mele, pelatele e tagliatele in fettine (non troppo spesse) da dividere ancora in due. Mettetele in una ciotola e spremetevi sopra un po’ di succo di limone (non troppo altrimenti renderà il ripieno troppo acido). Aggiungete anche lo zucchero, la farina, la cannella e l’uvetta. Mescolate bene e poi riponete la ciotola, coperta con della pellicola trasparente, a riposare in frigorifero.

Recuperate ora la brisèe. Prendete uno dei due panetti e con un mattarello stendetelo in un disco che abbia un certo margine rispetto il diametro della tortiera. Quindi foderate la teglia (se, come me, avete quella in ceramica non ci sarà bisogno di oliarla e infarinarla, mentre le avete altri tipi di teglie vi consiglio di farlo per precauzione).

Tirate fuori dal frigorifero il ripieno di mele e lasciatelo da una parte.

Prendete il secondo panetto di brisèe e stendetelo con il mattarello. Ora prendete le mele, scolatele se hanno formato troppa acqua e versatele nella tortiera. Infine adagiatevi sopra il secondo disco di brisèe.

A questo punto dovete sigillare l’eccedenza dei due dischi schiacciandoli con le dita e poi ripiegate i margini del disco superiore sotto quello inferiore. Se volete dare al bordo della crostata il tipico effetto frastagliato vi spiego come fare: piegate indice e medio di una mano e appoggiate le due nocche sul bordo della crostata, con il pollice dell’altra mano, invece, fato un po’ di pressione sul bordo nel senso orizzontale. Procedete così per tutta la lunghezza della circonferenza. In ultimo, ma non meno importante (anzi!), praticate quattro o cinque incisioni sulla parte superiore della crostata.

Non vi resta che infornare in forno preriscaldato a 180° gradi per 40-45 minuti.

Una volta cotta è molto importante che la lasciate raffreddare per bene altrimenti il ripieno vi ustionerà letteralmente la lingua! Quando sarà leggermente tiepida sarà pronta e a questo punto vi consiglio di spolverarla con un po’ di zucchero a velo e, se volete godervi questo dolce in modo davvero eccezionale, potete servirla con sopra una pallina di gelato alla vaniglia.


INGREDIENTS FOR A 9,5″ ROUND PIE DISH:

  • 100 gr whole wheat flour
  • 240 gr whole wheat stone ground flour
  • 60 gr all purpose flour
  • 80 gr cane sugar
  • a pinch of salt
  • 100 ml sunflower seeds oil
  • 150 ml cold water
  • 3 medium apples (I used two Granny Smith green apples and one Royal Gala apple)
  • 20 gr cane sugar
  • 20 gr whole wheat stone ground flour
  • 80-100 gr raisins
  • about 2 tsp ground cinnamon
  • a squeeze of lemon

First of all, prepare the dough. In a large bowl mix the flours, the sugar, the pinch of salt and the water and the oil together. Use your hands to form two equal pastry balls. Let them rest into the freezer for 10-15 minutes or into the fridge for about half an hour.

Meanwhile, prepare the apple filling. Wash, peal and cut the apples into not too thick slices. Place them into a large ball and toss together with the other filling ingredients (lemon juice, sugar, flour, cinnamon and raisins).

Take out the freezer/ fridge your pastry dough. Roll out one of the two balls and cover your pie dish with it (remember to oil and flour the dish if needed). Then roll out the other piece of dough.

Take the bowl with the apple filling out of the fridge and make sure to drain the apples in case too much juice has formed. Now pour the apples into the pie dish.

Cover your pie with the second layer of pastry. Fold the edges under the bottom layer and seal the edges with your fingers. Now take a sharp knifes and make four or five incisions on the top of the pie (it will help the steam escape from the inside during the baking).

Bake into pre-heated oven at 375° F (180° C) for about 40-45 minutes.

Make sure to let the pie cool completely before serving.